Visita dermatologica: tutto quello che c’è da sapere

Mercoledì 22 Novembre 2023

La pelle è l'organo più esteso del corpo umano. Costituisce la barriera protettiva del nostro organismo e svolge funzioni vitali per la nostra salute.

Prendersi cura della nostra pelle significa anche sottoporsi con regolarità a una visita dermatologica. Attraverso una visita, il dermatologo valuta lo stato di salute della cute e può diagnosticare, precocemente, tutta una serie di condizioni che possono interessarla.

Di come si svolge una visita dermatologica e di quali patologie possono essere diagnosticate abbiamo parlato con il Dottor Michele Pagliaro, medico dermatologo che collabora con il Centro di Radiologia di Treviso.

Che cos’è la visita dermatologica?

La visita dermatologica è una visita medica specialistica che affronta tutte le problematiche cutanee, tra le quali anche semplici verruche, psoriasi, lichen o patologie autoimmuni.

A cosa serve la visita dermatologica?

Effettuare una visita dermatologica è utile per poter prevenire e trattare le malattie cutanee, a partire da una valutazione delle lesioni.

Più di frequente, ci si reca dal dermatologo per il periodico monitoraggio dei nei, lesioni pigmentate in grado di variare nella forma e nelle dimensioni, che possono andare incontro a trasformazioni maligne.

La visita dermatologica è, perciò, una visita che può avere anche uno scopo preventivo.

Come si svolge la visita dermatologica?

La visita dermatologica si svolge innanzitutto con una buona raccolta anamnestica, che comincia dall’ascolto approfondito del paziente.

Alcune patologie cutanee, per esempio, sono il frutto di una somatizzazione ed esiste una connessione tra disturbi cutanei e disturbi psicologici: quindi, il primo approccio deve essere per forza un approccio di tipo anamnestico.

Successivamente, si passa alla visita vera e propria, dove ci si avvale di strumenti come il videodermatoscopio, che consente un’accurata osservazione della cute.

Ottenuta la diagnosi, si può procedere con una terapia, che può prevedere la prescrizione di farmaci, creme o, a volte, anche l’asportazione di un neo o di una lesione, a cui fa seguito l’esame istologico.

Come prepararsi alla visita dermatologica?

Il primo approccio è quello che si fa a casa propria: ognuno di noi dovrebbe imparare a conoscere la propria pelle e a monitorare con costanza i cambiamenti, come la comparsa di lesioni nuove o eventuali mutazioni di forma, colore e dimensione che interessano lesioni preesistenti.

Sarà poi compito del dermatologo esaminare le lesioni presenti, valutare le problematiche e indirizzare il paziente verso un eventuale percorso terapeutico efficace.

L’abbronzatura è dannosa?

L'abbronzatura è una reazione che il nostro corpo mette in atto per proteggerci dalle radiazioni ultraviolette.

Quello che dico ai miei pazienti è: sì al sole, ma non alle scottature.

Stare al sole, infatti, fa bene all’umore e favorisce la produzione di vitamina D, ma bisognerebbe non esporsi al sole nelle ore centrali del giorno.

Inoltre, è necessario utilizzare fotoprotettori e applicarli più volte nell’arco della giornata, per difendersi dalle radiazioni ultraviolette.

Quali patologie vengono diagnosticate con la visita dermatologica?

Le patologie che vengono diagnosticate con una visita dermatologica sono le più ampie. Si parte dall'osservazione delle lesioni virali, dai molluschi della pelle, alle verruche, fino ad arrivare, appunto, all'osservazione dei nei e delle patologie di carattere autoimmunitario e psicosomatico. Tra queste ultime, ricordiamo la psoriasi, il lichen, le orticarie, oppure le irritazioni comparse ex novo.

Le affezioni cutanee sono moltissime, di seguito approfondiamo le più comuni che la visita è in grado di chiarire.

  • Lesioni virali: una visita dermatologica è in grado di trattare una vasta gamma di lesioni virali quali gli herpes, causati dal virus Herpes Simplex, le verruche, che possono apparire in varie parti del corpo, il fuoco di Sant’Antonio, che causa vescicole dolorose e una eruzione cutanea a un lato del corpo, i molluschi, che appaiono come piccole protuberanze rotonde sulla pelle e i condilomi acuminati, che si verificano spesso nella zona genitale.
  • Lesioni pigmentate - Nei: La visita dermatologica è fondamentale per la valutazione e la gestione dei nei, i cui cambiamenti possono portare al melanoma, o ad altre condizioni cutanee gravi. Ricordo che non tutti i nei richiedono trattamento, ma una valutazione dermatologica regolare è cruciale per monitorare la salute della pelle.
  • Lesioni di carattere autoimmunitario e psicosomatico: La visita dal dermatologo è in grado, attraverso l’anamnesi, di comprendere se le lesioni della pelle sono di carattere autoimmunitario o psicosomatico. Delle prime fanno parte la psoriasi, che causa la formazione di placche cutanee spesse, rosse e squamose, e la vitiligine, caratterizzata dalla comparsa di aree di depigmentazione della pelle. Della seconda, invece, fanno parte le dermatiti da stress e il picking cutaneo compulsivo, nel quale la persona si tocca, graffia o spreme la pelle in modo eccessivo, provocando dei danni.

Quando sottoporsi alla visita dermatologica?

Il consiglio per tutti è quello di sottoporsi a una visita dermatologica almeno una volta l'anno, in particolare per controllare l'aspetto dei nei.

Naturalmente, nel caso in cui si noti una variazione di una lesione o il cambiamento di un neo, è bene recarsi subito dal dermatologo per sciogliere ogni dubbio.

Condividi
Share to Twitter Share to Facebook Share to LinkedIn Send by email

Trasformiamo la conoscenza in salute

Favorire l'evoluzione tecnologica nell'ambito della diagnostica per immagini con delle soluzioni flessibili e avanzate per l'ottimizzazione dei servizi di assistenza sanitaria

Chiudi menu

Trasformiamo la conoscenza in salute

Favorire l'evoluzione tecnologica nell'ambito della diagnostica per immagini con delle soluzioni flessibili e avanzate per l'ottimizzazione dei servizi di assistenza sanitaria

Chiudi menu

ALLIANCE MEDICAL ITALIA S.r.l. a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento di Alliance Medical Acquisitionco Limited.
Sede legale: Via Goffredo Mameli, 42/a - 20851 Lissone (MB)     T +39 039 2433 130    F +39 039 2433 150
CCIAA Milano Monza e Brianza e Lodi REA MB - 1896225 C.F. e P. IVA 12817841005 Capitale Sociale Euro 1.000.000,00 i.v.
www.alliancemedical.it   E-mail: info@alliancemedical.it    Posta Elettronica Certificata: ami@pec.alliancemedical.it

Chiudi menu